Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Solidarietà a Mimmo Lucano – presidio a Torino

LA SOLIDARIETA’ NON SI ARRESTA!  Presidio il 5 ottobre 2021 dalle ore 17.30 in piazza Castello sotto la Prefettura. La Società della Cura di Torino aderisce al presidio e sarà in piazza in segno di solidarietà a Mimmo Lucano e agli altri condannati dal tribunale di Locri. Vi invitiamo a venire al Presidio.

I capi di imputazione riconosciuti a carico di Mimmo Lucano e di altre 26 persone – associazione per delinquere, abuso d’ufficio, truffa, concussione, peculato, turbativa d’asta, falsità ideologica e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina- sono la traduzione in pratica di un sistema giuridico e giudiziario criminalizzante, che condanna a priori ogni sforzo di accoglienza e integrazione, come quelli praticati da Mimmo Lucano con i suoi collaboratori e collaboratrici quando era Sindaco di Riace e prontamente affossati dal suo successore. Significa anche che per lavorare con umanità, rispetto delle persone, e con efficacia rispetto alle emergenze migratorie, le leggi vigenti vanno cambiate. Mimmo Lucano si è assunto la responsabilità di disobbedire, di mettere in gioco il suo ruolo per far funzionare l’ente comunale e restituirgli un senso profondo: essere utile al benessere della popolazione, nativa o immigrata, essere capace di rilanciare l’economia locale e attivare le coscienze per l’esercizio della cittadinanza attiva e della partecipazione democratica. La sentenza di condanna emessa nei confronti di Mimmo Lucano soprattutto per reati amministrativi, essendo spropositata perfino rispetto alle richieste del pubblico ministero rispecchia una volontà di accanimento giudiziario che sistematicamente – da Lorena Fornasir e Gian Andrea Franchi in Friuli, a Emilio Scalzo in Val di Susa – colpisce chi prova a dimostrare che si può accogliere e si può anche farlo bene, che le leggi che regolano (sregolano in vero!) l’immigrazione sono ingiuste, escludenti e favoriscono irregolarità, sfruttamento e criminalità. Queste sentenze sono il rovescio della medaglia degli accordi con la Libia: la mattanza dei migranti nel Mediterraneo e i porti chiusi, l’indifferenza attiva per le persone sulla rotta balcanica, la repressione di chi attua comunque l’accoglienza, sono tutte azioni necessarie per poter sostenere e propugnare il “modello Libia” come l’unico possibile in violazione dello spirito e dei dettami della Costituzione italiana e del diritto internazionale che impongono l’obbligo alla solidarietà e il dovere di soccorso.

Come associazione spontanea “Torino Per Moria” [https://www.facebook.com/torinopermoria] esprimiamo pubblica solidarietà a Mimmo Lucano e agli altri condannati dal tribunale di Locri, e per questo saremo in piazza e invitiamo alla partecipazione al presidio che si terrà martedì 5 ottobre 2021 dalle 17.30 in piazza Castello sotto la Prefettura. Per adesioni: torinopermoria@gmail.com

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: